IT knowledge base
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Il governo turco minaccia di bloccare nuovamente Twitter nel Paese


Quasi ogni giorno ci sono messaggi su come le autorità di questo o quel paese stanno cercando di regolamentare Internet, guidate dalle loro stesse considerazioni. Ancora una volta, lo ha notato la Turchia. In termini di libertà di Internet, questo paese ha già statistiche poco importanti , ora potrebbe affondare ancora di più.
La rete di microblogging Twitter potrebbe essere chiusa in Turchia per la seconda volta in un anno se il servizio si rifiuta di bloccare l'account di un giornale di sinistra che pubblica materiale su un'operazione di polizia che ha portato all'arresto di camion appartenenti all'intelligence nazionale turca nel gennaio 2014 e diretto in Siria. Secondo quanto riferito, contenevano armi che avrebbero potuto essere destinate ai militanti che combattono il governo di Bashar al-Assad.
Immagine
La richiesta di bloccare Twitter è arrivata il giorno dopo che un tribunale locale di Adana, una provincia nel sud della Turchia, ha vietato la copertura dell'incidente ovunque, indicando che i siti di social media in cui appaiono i documenti del caso sarebbero stati completamente bloccati.
Secondo la decisione del tribunale, la pubblicazione di informazioni sull'indagine minaccia la sicurezza nazionale e interferisce con l'indagine. Il governo turco ha completamente negato le affermazioni dell'opposizione secondo cui i camion trasportavano armi per gli oppositori del regime del presidente siriano Bashar al-Assad. Secondo loro, il carico era un aiuto umanitario ai turkmeni siriani coinvolti nel conflitto in Siria.
Il New York Times , citando i media turchi, riporta che i social network Twitter , Facebook e Google Plus hanno preso una decisione del tribunale e rimosso i contenuti delle indagini per evitare di essere bloccati in Turchia. Tuttavia, il quotidiano di opposizione BirGün , così come alcuni altri utenti di Twitter , continuano a pubblicare messaggi che violano il divieto.
Twitter ha rifiutato di bloccare completamente l' account di BirGün , cancellando solo alcuni messaggi che contenevano fotografie di documenti che dicevano che la polizia aveva confermato che i camion trasportavano armi ed esplosivi. Inoltre, i documenti indicano che le armi erano destinate ad al-Qaeda.
"Dei quasi sessantamila tweet per conto di questo account, Twitter ha bloccato solo un piccolo numero in Turchia", ha detto il portavoce di Twitter Nu Wexler. "Continuiamo a lavorare diligentemente per proteggere i diritti dei nostri utenti e mantenere online i milioni di utenti turchi di Twitter ".
Nel marzo dello scorso anno, Twitter e YouTube sono stati bloccati in Turchia dopo la pubblicazione di documenti su questi servizi che presumibilmente erano piani del governo turco per condurre un'operazione militare segreta in Siria.
L'accesso a Twitter è stato ripristinato dopo due settimane, l'accesso a YouTube solo dopo due mesi.
In relazione a questi eventi, un piccolo sondaggio.