IT knowledge base
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Il traduttore in Skype è diventato disponibile per tutti con le ultime versioni di Windows

Immagine
In Windows Store è apparsa una versione di anteprima di Skype Translator , un'applicazione che consente di tradurre le chiamate vocali in tempo reale. Finora, la traduzione è supportata in 4 lingue: inglese, spagnolo, italiano e cinese. Molte più lingue (50+) possono essere utilizzate per tradurre i messaggi istantanei, inclusi russo e ucraino. Finora, solo i proprietari di Windows 8.1 o Windows 10 Technical Preview possono provare come funziona.
Oltre alle versioni principali di Windows, Microsoft prevede di rilasciare versioni di Skype Translator per altre piattaforme, incluso Linux. Inoltre, Redmond promette di rendere possibile la traduzione "da tutte le lingue possibili". Il futuro della comunicazione su Internet Microsoft illustra con il seguente video (l'organizzazione Pro Mujer, descritta nel video, era uno dei tester di Skype Translator):
Il team di Microsoft Research ha iniziato a sviluppare la traduzione automatica di voce e testo nel 2005. Crick Kirk, Arul Menezes e Colin Cherry della Albert University sono stati i responsabili del suo aspetto. Hanno sviluppato un motore di traduzione che tiene conto delle caratteristiche sintattiche e statistiche delle lingue. Fino al 2009, il motore era basato su algoritmi basati su miscele gaussiane, che si sono rivelati inefficaci. Cominciarono invece ad essere applicati modelli basati su Deep Neural Networks (DNN), che si rivelarono decisamente migliori.
Nel 2012, il direttore dello sviluppo di Microsoft Rick Rashid ha mostrato per la prima volta la traduzione simultanea tra cinese e inglese dal palco di una conferenza in Cina, e il discorso tradotto suonava nella voce di Rashid stesso:
Nel maggio dello scorso anno, alla Recode Code Conference, il capo del dipartimento di sviluppo di Skype Gurdip Singh Pall ha comunicato utilizzando Skype Translator con un collega tedesco nella sua lingua madre. Il resoconto di questo evento è pubblicato sul sito Web di Microsoft Research.