IT knowledge base
CTRL+F per cercare la tua parola chiave

Come smettere di guardare i programmi TV e iniziare a vivere

Foto di Pablo Garcia Zaldana da AnsplashFoto di Pablo Garcia Zaldana da Anspash
Questa è una traduzione di un articolo di Nicholas Goeka , grazie al quale ho smesso di guardare i programmi TV e ho iniziato a sviluppare curiosità. È vero, mi ci sono voluti più di due anni per farlo.
L'articolo è stato accuratamente trasferito dal blog dell'editore in esecuzione . A proposito, puoi seguire gli annunci di nuovi articoli nel mio canale Telegram . Iscriviti per non perderti nulla!

Fai clic su "Continua a guardare" della tua vita, non su "Prossimo episodio" in Netflix

Hai dato un'occhiata all'orologio mentre ti dirigevi verso la porta d'ingresso. 17:13. Venerdì. “Sono arrivato prima del solito. Bellissima! " Apri la serratura, apri la porta.
Ti sei tolto le scarpe, sei entrato nel corridoio e hai lasciato cadere la borsa. Stai fermo in piedi, un po' sui fianchi, e guardati intorno. Ora puoi espirare. Il fine settimana è iniziato. Alla fine!
Il cervello assume una gioiosa frenesia, sei totalmente in attesa. Sembra che ora tu sia capace di tutto! E c'è molto che si può fare.
La tabella di marcia è semplice: sabato creerai finalmente il tuo piccolo sito web di hack. Smontare i fogli sul tavolo. Sono rimasti lì per troppo tempo.
Poi guardi la bacheca di sughero. "Esattamente! Anya ha la sua prima esibizione domani sera! E la domenica puoi fare le pulizie. È ora di mettere ordine nell'armadio e nel garage».
"Ma prima, vecchio mio, prendiamoci una piccola pausa da tutto questo stress che si è accumulato nell'ultima settimana." Cadi sul divano e avvia Netflix. "DI! Che cos'è? "Cose strane". Non ho sentito parlare di questo. Sembra interessante. Guarderò il primo episodio e poi comincerò".

Sappiamo tutti come andrà a finire questa storia. Se capisci che la sua fine sarà triste, allora questo articolo è per te.
Lo scopo di qualsiasi video è informare, insegnare, intrattenere o ispirare. Ma il senso si perde se non togliamo nulla dal video, non lo ricordiamo, non usiamo consigli utili, non apprezziamo la battuta e non iniziamo a comportarci ispirati.
E tutte queste sono le conseguenze dell'ubriacatura che guarda programmi TV su Netflix o video su YouTube. A prima vista, questo sembra un semplice problema con la procrastinazione, ma la radice del male è molto più profonda. Sì, stiamo cercando di superare la noia con l'aiuto del video. Ma vediamo perché lo vogliamo davvero così tanto?
Oggi vi sveleremo le ragioni che ci accompagnano fin dall'infanzia. Quindi puoi usare la conoscenza per limitare il consumo di video in modo che ci sia uno scopo consapevole nel processo.
Quindi andiamo.

Siamo nati tutti innocenti...

Ho visto il mio primo film, Il re leone , nel 1994. Avevo tre anni. Sebbene abbia già visto immagini in movimento, come nella maggior parte delle famiglie, i miei genitori mi hanno severamente limitato non solo dagli schermi, ma anche da tutto ciò che è elettrico. Questo era corretto perché i nostri cervelli, specialmente quelli dei bambini, non hanno alcuna possibilità contro il potere del video.
Il video ha un effetto altrettanto potente sulla vista, sull'udito e sul senso dello spazio, attiva anche i nostri rilevatori di movimento e risveglia le emozioni. Il video attiva l'attività in tutto l'emisfero destro del cervello . I creatori della TV lo sapevano fin dall'inizio. Come ha mostrato Malcolm Gladwell in Boiling Point , i creatori di Sesame Street hanno utilizzato uno strumento chiamato Distrattore per tracciare l'attenzione dei bambini.

“Per ogni episodio, avevamo informazioni ogni sette secondi e mezzo, cioè circa 400 punti di ancoraggio. Se collegassimo tutti questi punti con una linea rossa, sembrerebbe il tasso di borsa di Wall Street. Potrebbe improvvisamente cadere o diminuire gradualmente, e ci siamo fermati per capire cosa fosse. A volte il grafico di interesse si avvicinava al bordo superiore della tabella, contrassegnavamo i segmenti che catturavano davvero l'attenzione dei bambini".

Erano gli anni '60. Immagina il potere della gestione dell'attenzione che hanno ora i produttori di contenuti video. Sebbene l'obiettivo di Sesame Street fosse molto nobile - insegnare ai bambini a leggere, scrivere e contare - anche allora, la comprensione della neuropsicologia era fondamentale per la sopravvivenza dello spettacolo. Un mese e mezzo prima della prima dello spettacolo, i creatori si sono resi conto che ai bambini non piace quando elementi immaginari e reali coesistono nell'inquadratura. Gli psicologi credevano che fosse impossibile mescolare bambole e persone viventi: avrebbe sconvolto i bambini, ma non erano interessati a guardare solo gli adulti, quindi i distributori dello spettacolo hanno ignorato questo consiglio.

“Abbiamo deciso di scrivere una lettera agli specialisti nel campo della psicologia dello sviluppo che siamo consapevoli del pericolo di mescolare fantasia e realtà. Ma facciamolo comunque. Altrimenti siamo kirdyk".

Immagine
Persone e bambole non vanno d'accordo? Ora è il contrario

Hackerare il nostro cervello è stata una grande sfida per i creatori di contenuti video. La loro sopravvivenza dipendeva da lui.

Questo era un difetto interno del sistema. È come il doping al Tour de France : o non lo prendi, o provi con tutte le tue forze a smascherarlo. I creatori di Sesame Street erano ben intenzionati, sfruttando parti del nostro cervello che possono essere facilmente ingannate? Sicuro! Ma, tuttavia, era sfruttamento.
Di conseguenza, tutta la nostra innocenza è andata in malora.

... Ma la vita ha fatto i suoi aggiustamenti

Il tempo limitato in TV sembrava essere il modo "peggiore" di crescere. Ma, ad essere sincero, non me ne sono preoccupato molto. Questo perché la maggior parte delle volte in TV non veniva mostrato nulla di interessante. Siamo stati fortunati che ai nostri tempi ci fosse il concetto di prendere l'aria, e ora, ogni minuto, il vaso di Pandora si sta aprendo sempre di più. James Bridge descrive il fenomeno YouTube come segue :

“I contenuti per bambini sono una delle possibili forme di guadagno per gli animatori 3D. All'ennesima età, i nostri standard estetici sono più bassi. Quindi la produzione indipendente può trarre profitto dalle sue dimensioni. Utilizza contenuti esistenti e facilmente accessibili [...] e può ripetere e riciclare all'infinito e inutilmente la stessa cosa, perché gli algoritmi del sito non si preoccupano della qualità, proprio come i nostri figli. "

Sebbene siamo stati protetti da contenuti dannosi da guardiani come canali TV e studi cinematografici, anche noi siamo stati instillati nell'abitudine di guardare la TV. Ricordo i primi spettacoli a cui mi sono appassionato. Si trattava principalmente di anime: Pokemon, Game King e Digimon. Spesso dovevo correre dalla fermata dell'autobus per arrivare alla partenza.
Immagine
È qui che è iniziata la mia abitudine di guardare la TV. Da dove è iniziata la tua?
Applicando il modello di Neil Ell da On the Hook , è facile capire perché siamo diventati dipendenti dalla TV da adolescenti.
  1. Siamo stati spinti da una forte curiosità e i requisiti erano bassi, quindi anche le storie più semplici sono state un innesco istantaneo.
  2. L'unica azione richiesta era premere un pulsante sul telecomando, cosa estremamente facile quando i nostri genitori ci lasciavano soli a casa.
  3. La ricompensa è stata la curiosità soddisfatta, che ha portato un mare di dopamina.
  4. L'" investimento " è stato il tempo passato con i tuoi personaggi preferiti, che ha suscitato ancora più curiosità per il prossimo episodio, che a sua volta ha chiuso il cerchio della dipendenza.

Sembra che sia già chiaro che molti hanno sviluppato in modo indipendente l'abitudine di guardare la TV. Alcuni di noi sono riusciti a fermarsi, anche se il consumo costante di TV ha i suoi vantaggi.

Buona

Oltre al valore educativo non solo per i bambini, guardare la TV può alleviare lo stress . È una specie di rifugio in cui possiamo nasconderci e tornare con gli occhi calmi ma stanchi.
La ricerca suggerisce che trascorrere del tempo in un "mondo immaginario e immaginario" è un possibile sostituto a breve termine delle attività sociali:

“Analizzando la possibilità di sostituire il riposo, abbiamo scoperto che le persone stanche cercano surrogati sociali, che a loro volta li aiutino a ritrovare l'autocontrollo. [I risultati] mostrano che dopo estenuanti esercizi di autodisciplina, le persone dirigono felicemente la loro attenzione a mondi fantastici familiari (ad esempio, le loro serie TV preferite). Ulteriori analisi mostrano che socialmente questi mondi immaginari familiari sono utili per rilassarsi. ”

Se tu o i tuoi amici state guardando la stessa serie, potete discuterne quando lascerete il mondo dei surrogati e andrete offline. Il tuo personaggio preferito può ispirarti a prendere una decisione importante ma emozionante nella vita reale.
Andare a vedere Thor 3: Ragnarok venerdì sera dopo aver completato il mio ultimo articolo di questa serie è stata una buona ricompensa. Ho riso, mi sono immerso in un altro mondo ed ero infinitamente ispirato.
Ma nel marzo 2008, le cose non erano così rosee.

Cattivo

La mia prima e più memorabile baldoria televisiva è avvenuta quando mi stavo allenando con un amico in Inghilterra. La nostra famiglia ospitante aveva un account Sky , quindi ogni notte per dieci giorni abbiamo corso una maratona: un mix di quattro ore di The Simpsons, Family Guy e Futurama. Abbiamo riso molto, ma ci siamo sentiti stanchi e confusi.
Quando sei entrato per la prima volta in una baldoria seriale? Prova a trovare questo momento nella tua memoria. Quando eri ancora adolescente? C'è una fase di crescita che tutti noi attraversiamo, che è una grande opportunità per guardare la TV in modo drammatico. Si chiama rivolta adolescenziale .
Secondo lo psicologo Karl Picard:

“La ribellione può portare i giovani a protestare contro i propri interessi, negando le inclinazioni, le attività e gli atteggiamenti dell'infanzia, a volte mantenendo l'autostima. […] La ribellione porta i giovani a fare affidamento sull'autodeterminazione e sull'opinione personale per fare cose contrarie ai desideri degli altri”.

Gli adolescenti si ribellano, da qualche parte tra i 9 ei 23 anni. In questa fase della vita, neghiamo quasi tutto , e spesso non facciamo nulla per molto tempo. Percependo che il mondo intero è contro di noi e nulla può cambiare in esso, a cosa ci rivolgiamo? Giusto! A mondi fantastici.
Immagine
Quando Netflix colpisce ancora
È qui che può funzionare la pericolosa magia di Netflix e YouTube, colpendo il nostro cervello. E, vecchio mio, ne approfittano appieno.
  1. Netflix mette alla prova metodicamente A/B ogni schermo, ogni immagine e ogni parola, fin nei minimi dettagli .
  2. Tiene traccia in modo specifico di quale episodio ti ha portato nello spettacolo.
  3. La società ha recentemente giocato con una caratteristica che aumenta il coinvolgimento nelle abbuffate televisive mostrando fino a che punto sei arrivato nello spettacolo.
  4. La riproduzione automatica è diventata una funzione standard qui e su YouTube.

Di conseguenza , il 92% dei millennial ha un account Netflix o usa qualcun altro e lo fa per 1,5 ore al giorno . È tempo che gli adolescenti vadano in un centro di riabilitazione a causa della manipolazione psicologica incondizionata.
Significa anche che quando cresceranno, non potranno più fermarsi.

il male

Se nell'adolescenza, il consumo eccessivo di media a causa di "e non c'è altro da fare" è abbastanza normale. Per gli adulti, questo comportamento sembra inaccettabile. Quando il lavoro occupa la maggior parte del tempo, abbiamo molte più attività necessarie. Ovviamente in teoria.
Ma in qualche modo l'abitudine persiste. Come disse Samuel Johnson: "Le catene dell'abitudine sono troppo deboli per essere sentite, ma troppo forti per non lasciarci andare" .
Nella sua ricerca , Emil Steiner ha identificato sei ragioni per guardare la TV in modo drammatico:
  1. Migliorare l'esperienza positiva da una più profonda immersione nella storia.
  2. La sensazione di completezza , il desiderio di finire tutto il lavoro iniziato, che nasce sotto l'influenza dell'effetto Zeigarnik .
  3. Conoscere la cultura in modo che i tuoi amici non ti rendano un recluso.
  4. Convenienza , perché è facile tornare da dove eri rimasto.
  5. La voglia di recuperare il ritardo , prima dell'uscita della nuova stagione.
  6. Relax e nostalgia , una pausa facile e familiarità con le cose familiari.

Sebbene tutti questi fattori rafforzino l'abitudine alle abbuffate seriali, il più potente è quest'ultimo. È lui che ti mette in mezzo, come abbiamo discusso in precedenza.
Crediamo di aver "bisogno" di una lunga sessione su YouTube o di una maratona di Game of Thrones per allontanarci da una giornata stressante.
Spesso accade il contrario. Una sbornia dopo un'abbuffata seriale è abbastanza reale, uno studio dell'Università di Toledo lo conferma:

"La maggior parte dei risultati del nostro studio conferma che le persone che bevono molto hanno maggiori probabilità di riportare alti livelli di stress, ansia e depressione".

Immagine
Qualcosa del genere ora sembra riposo
Dobbiamo separare molto attentamente le conseguenze dalle cause, ma spesso l'effetto collaterale è più irritabilità e meno capacità verbale . L'Università del Texas ha trovato più collegamenti con la depressione, la solitudine, l'incapacità di autoregolarsi e il sovrappeso. Inoltre, ogni successiva abbuffata seriale è sempre più probabile . Siamo trascinati in questo vortice.
“La TV è il mio modo di ricaricarmi” è solo una facciata. Uno schermo economico che ci separa da uno spiacevole incontro con un grosso problema. Abbiamo perso la nostra naturale curiosità e non possiamo cambiare nulla.

Non ci siamo annoiati. Ci manca

Armeggi sul divano. Cercarono a tentoni il telefono sotto il cuscino. Lo prendi, ma non riesci a staccare gli occhi dallo schermo. "È troppo presto. Oh, fine della scena. È tempo. " Giri la testa e guardi lo schermo dello smartphone.
22:23. Ma non è venerdì. E domenica.
Ti fermi, ti appoggi allo schienale del divano, esausto, e lasci cadere il telecomando. Quindi inizi lentamente ad allontanarti da un'abbuffata seriale di due giorni. Da qualche parte, in un angolo della mente, sorge una domanda. Aumenta lentamente di dimensioni fino a occupare l'intera coscienza. Quando vai al lavoro la mattina dopo, questo è tutto ciò che ti viene in mente:
"Come potrebbe accadere IN GENERALE?"

La verità è che nel momento in cui ci siamo seduti sul divano e abbiamo iniziato a guardare, abbiamo concordato che nessuna delle cose pianificate in precedenza sarebbe mai accaduta. Non abbiamo bisogno di "ricaricarci". Dobbiamo allontanarci dal fatto che siamo diventati qualcuno che si arrende anche prima dell'inizio della battaglia.
Guardare le serie TV ubriache è diventata la parola dell'anno nel 2015. È una droga così diffusa che ora è più accettabile nella società del fumo. Lo studio definisce il guardare la TV con la mano pesante "la nuova normalità ". Netflix, ridendo, ci porta in faccia uno specchio nero:

"Il 76% degli streamer TV afferma che guardare alcuni episodi di un grande spettacolo è un rifugio accogliente nelle loro vite indaffarate".

Ad aggravare il problema c'è il fatto che guardare i programmi TV non è male in natura. Ha i suoi vantaggi, compresi quelli di cui abbiamo già parlato. È diventato un mostro incontrollabile per noi a causa del ruolo che la televisione ha giocato nel cambiare l'identità che attraversiamo. Crediamo di meritare di più nella vita. Ma i giorni delle nostre avventure sono ormai lontani. Quindi dobbiamo rallentare un po' e guardare le avventure degli altri dal divano.

Il problema non è che Netflix crea dipendenza. E il fatto che la nostra vita non lo causi.

Finché viviamo con questo sentimento, ci costringiamo per nostra scelta a soddisfare la nostra curiosità con un prodotto di second'ordine, un episodio dopo l'altro. Se non iniziamo a cercare altri modi di saturazione, la nostra vita non sarà mai più di 4, 9 o 42 pollici dello schermo su cui la guardiamo.
Quello di cui abbiamo bisogno è affrontare il nemico faccia a faccia.

Progetta l'ambiente per smettere di essere una vittima

Proprio come controllare Facebook o essere costretti ad ascoltare musica , il consumo eccessivo di video è un sintomo di un'incapacità di accettare la nostra imperfezione.

“Devi creare la capacità di essere te stesso senza fare nient'altro. La capacità di sedersi semplicemente ... in questo modo ... significa anche essere umani ", - Louis CK .

Abbiamo bisogno di vedere la nostra noia, ma ciò richiede di creare spazio per la noia. Ecco due strumenti che possono aiutare. Il primo è per Netflix, il secondo è per YouTube.

1. StayFocusd

StayFocusd è un'estensione di Chrome che limita il consumo di video: limita il numero di minuti trascorsi su siti specifici durante il giorno .
Immagine
Solo due episodi massimo. Fatto.
Dopo averlo installato , puoi impostare il tempo massimo per la visione della TV, ad esempio 2 episodi della serie. Quindi, nella voce "Siti bloccati", digita "netflix.com" e fai clic su "Aggiungi".
Immagine
Ora, dopo 45 minuti di permanenza sul sito, l'estensione bloccherà l'accesso fino alla fine della giornata. L'impostazione predefinita "Tempo attivo" è tutto il giorno, "Giorni attivi" ti consentono di fare eccezioni, ad esempio, bloccare Slack la domenica. L'"opzione nucleare" sembra davvero interessante.
Immagine
Consente di configurare uno "spegnimento completo" al raggiungimento del tempo massimo consentito. Non può essere annullato se non attraverso il sistema di gestione del computer.
Questo è esattamente ciò di cui hai bisogno. Inizia ad annoiarti! Ecco alcuni suggerimenti per fare un ulteriore passo avanti.
  1. Se stai usando Netflix sul tuo iPad, telefono o in qualsiasi altro luogo, usa Freedom . Meglio ancora, disinstalla l'app dai tuoi dispositivi.
  2. Se disponi di TV satellitare, via cavo o altri formati TV "normali", puoi nascondere il telecomando o darlo a un amico da tenere per una settimana.
  3. Esci dal tuo account Netflix ovunque. Questo piccolo ostacolo ti darà abbastanza tempo per pensare alla decisione di iniziare a guardare qualcosa.

2. Rimuovi i consigli di YouTube

Puoi aggiungere YouTube a StayFocus, ma lo uso spesso per la ricerca, quindi ho dovuto trovare un'alternativa. Dal momento che l'adesione su YouTube parte dallo stesso punto, sarà sufficiente rimuovere solo una cosa: la sezione "Consigli" .
Immagine
Dove inizia YouTube...

Quando guardi un video, questa sezione viene spostata sul lato destro dello schermo. La maggior parte delle lingue viene letta da sinistra a destra, quindi i nostri occhi si spostano in quella direzione quando guardiamo le pagine web .
Immagine
...e non finisce mai.

La prima cosa che vuoi fare su YouTube, se non l'hai già fatto, è disattivare la riproduzione automatica . Puoi vederlo nell'angolo in alto a destra dello screenshot qui sopra.
Il passaggio successivo consiste nell'installare un'altra estensione per Chrome, che rimuove completamente i consigli di YouTube . Aggiunge una semplice icona alla barra delle estensioni da cui puoi disabilitare molti degli elementi visivi che rendono il tuo schermo un buco nero meno invitante.
Immagine
L'anteprima del video ora ha questo aspetto:
Immagine
Questo rende il processo di visione di YouTube il più consapevole possibile, iniziamo a utilizzare la piattaforma in modo ponderato. Devi cercare e scegliere qualcosa che vuoi vedere, invece di scegliere almeno qualcosa che sembra buono nella situazione attuale.

Mettere da parte

Dì ad alta voce: "Sono annoiato". Ancora. Più forte.

"Sono annoiato".

Sente lo spirito di libertà, giusto? Allevia la tensione. Tutta questa pressione per agire, sembrare di successo, avere una grande missione ed essere sorprendente. Quando ricordi che sei annoiato, ti liberi dagli obblighi. A volte ne abbiamo solo bisogno.
Accettare la noia è importante, ma è solo il primo passo. So che le sensazioni sono spaventose, ma portano alle giuste domande e risposte. Più domande. Come questo: e se tornassi al punto in cui tutto è iniziato, prima di aver visto il primo episodio di Sesame Street?

Quando eravamo bambini, abbiamo sostituito la noia con i giochi.

Dal libro " Play From Here " di Charlie Hoem:

“Il gioco è uno stato in cui diventiamo reali noi stessi, lasciamo andare l'ego e la paura, permettiamo a noi stessi di sembrare stupidi. Questo è ciò che rafforza la nostra amicizia, dona i ricordi più preziosi e la gioia infinita della vita".

È possibile riparare un sistema di valori corrotto facile come giocare a nascondino? Charlie è sicuro che tu possa:

“Ci vuole più tempo per vederlo, ma alla fine l'ho capito. Non lavoro veramente quando tratto la vita come un'Opera. Penso alla vita come a un gioco. Se la penso diversamente, la prendo troppo sul serio. La mia salute e la mia felicità si stanno sgretolando e il mio lavoro è terribile".

Immagine
Semplicemente. Il migliore . Un incontro.
Il gioco è la forma più pura per soddisfare il nostro innato bisogno di curiosità. Ma abbiamo smesso di percepirlo come tale. Forse è per questo che il dottor Gauss ha chiamato gli adulti "bambini obsoleti". Certo, il mondo degli adulti non ci spinge a rimanere curiosi.
Questo è ciò di cui parlava Brian Graser in Curious Brain :

“Nessuno può dire direttamente qualcosa di negativo sulla curiosità. Ma se presti più attenzione, capirai che non è incoraggiato e non coltivato, non protetto e non rafforzato. E questo non perché la curiosità sia scomoda. Può essere pericoloso. Non è solo inappropriato, ma anche illegale. È rivoluzionario.
Tutte le domande trovano risposta nella Bibbia. La storia di Adamo ed Eva, del serpente e dell'albero non è finita bene per curiosità. Quella parabola non è difficile da interpretare: la curiosità porta alla sofferenza. Spero che tu l'abbia capito. La prima storia che sta alla base della civiltà occidentale è la primissima storia! - sulla curiosità e il messaggio principale: "Non fare domande!" "

Cosa puoi fare contro la noia? Non lo so, ma è importante che ti poni questa domanda. Non ho idea di dove ti porterà la tua curiosità, ma mi ha allontanato dal dover guardare otto episodi di The Simpsons di fila. Questa soluzione funziona sia per la ribellione adolescenziale che per la depressione adulta:

“Ecco la cosa importante. La curiosità non è solo un ottimo modo per migliorare la tua vita e raggiungere la felicità, ma l'opportunità di ottenere un ottimo lavoro o un partner. Questa è la chiave delle cose che contano di più nel mondo moderno: indipendenza, autodeterminazione, autogoverno, autosviluppo. La curiosità è la via della libertà in quanto tale».

Indipendentemente da ciò con cui sostituisci la noia, fai della ricerca di un sostituto la tua prima avventura. Ricerca. Sognare. Aumenta la tua curiosità e sviluppala, in modo che quando ti addormenti, non vedi lo schermo blu della TV, ma l'intera gamma di colori della vita.
Albert Einstein morì nel 1955. Dodici pagine di equazioni complete furono trovate vicino al suo letto. È molto meglio di un telecomando della TV, giusto?
Albert era un uomo che giocava alla vita. La persona che ancora ricordiamo, anche per le sue ultime parole:

“Non ho talenti speciali. Solo appassionata curiosità"
- Albert Einstein